Pulci in casa? Potrebbe essere colpa dei piccioni

La presenza di pulci in casa, ossia non all’esterno ma direttamente negli ambienti che abitiamo ogni giorno, può avere diverse cause. In alcune circostanze, queste possono essere attribuite alla presenza di piccioni in strutture come i sottotetti, i pluviali, le grondaie, i balconi e alla penetrazione all’interno di alcuni dei parassiti che colpiscono questi volatili.

Si parla più correttamente, in questo caso, dei cosiddetti “ectoparassiti”.

Si definiscono in questo modo tutti quei parassiti che vivono sulla superficie esterna del loro ospite – come la pelle o il piumaggio – o, in alternativa, in cavità facilmente accessibili come la bocca, il naso o le orecchie. Tra i più noti vi sono i pidocchi, le pulci, le zecche e gli acari, che riscontriamo frequentemente anche sui nostri animali domestici.

Se, però, la presenza di pulci sul cane di casa può essere facilmente risolta con l’applicazione di un pratico antiparassitario, la questione è un po’ diversa quando si parla di pulci dei volatili, che spesso causano gravi infestazioni già a livello dei nidi. Oltre che essere particolarmente infestanti, questi ectoparassiti possono generare infatti gravi problemi in termini di salubrità degli ambienti abitati dall’uomo

Ma come riconoscerli?

Come riconoscere le pulci dei piccioni

Le pulci che aggrediscono i piccioni e, di conseguenza, possono infestare anche gli ambienti abitati dall’essere umano prendono il nome di Ceratophyllus gallinae, o pulci dei volatili.

In termini di ciclo di vita, questi parassiti riescono a sopravvivere all’interno dei nidi ma possono comunque penetrare luoghi chiusi abitati anche dalle persone, e tendono a riprodursi nel periodo in cui il piccione adulto o i suoi pulcini occupano il nido. Per quale ragione? Perché, essendo parassiti, si nutrono del sangue di questi uccelli.

Quando il pullo prende il volo e dunque abbandona il nido, le pulci si troveranno dunque “costrette” a mettersi alla ricerca di un nuovo ospite e, se non gestite correttamente, continueranno a moltiplicarsi.

In termini di aspetto, ecco qualche indicazione per riconoscere la pulce dei piccioni:

  • Colore bruno
  • Lunghezza tra 1 e 8 millimetri
  • Occhi e antenne quasi invisibili

Si tratta di parassiti estremamente diffusi tra i volatili.

Pulci dei piccioni in casa: come risolvere?

Chiunque ritenga che i propri ambienti domestici siano stati invasi dalle pulci dei piccioni dovrebbe contattare un’impresa specializzata come SkyPest, che, grazie ai suoi tecnici specializzati, agirà su due fronti, ripristinando le condizioni di salubrità ideali all’interno della casa e abbattendo in modo sensibile la possibilità che si verifichino nuove infestazioni.

Da un lato, i nostri specialisti si dedicheranno a un’accurata sanificazione degli spazi domestici attraverso apposite operazioni di disinfestazione. Questa procedura è sempre eseguita da personale altamente specializzato e i prodotti e le metodiche utilizzate varieranno a seconda di diversi fattori, che verranno analizzati in fase di sopralluogo iniziale. Tra le discriminanti che iPest tiene in considerazione vi sono la presenza di bambini, anziani, animali domestici, persone con particolari problematiche di salute, eventuali rischi di contaminazione di alimenti e via discorrendo.

D’altro canto, per evitare nuove infestazioni da pulci dei volatili sarà opportuno allontanare i piccioni da sottotetti e grondaie e, in questo caso, iPest interverrà con le metodiche e le tecnologie più performanti che, senza causare alcun danno all’animale, semplicemente faranno in modo che questo cerchi dimora altrove.

Entra subito in contatto con i nostri tecnici per una consulenza senza impegno.